Primer e le basi del trucco viso

Fino a pochi anni fa, il primer veniva utilizzato soltanto nei backstage, prerogativa di makeup artist per rendere la pelle di star e modelle perfetta e impeccabile. E’ solo negli ultimi anni che ha preso piede anche tra i non addetti ai lavori e oggi ogni beauty addicted che si rispetti ha nella propria trousse almeno un tipo di primer, a seconda delle necessità. Spesso però, anche se se ne sente parlare tanto, non tutti hanno chiaro cosa sia il primer e soprattutto a cosa serva.

Andiamo a scoprire le sue caratteristiche, come usarlo in maniera corretta e soprattutto i segreti per ottenere una base viso perfetta!

Primer: a cosa serve

Il primer, tanto di moda negli ultimi anni, è un prodotto cosmetico che viene utilizzato come base trucco per alcune zone del viso. Obiettivo? Camuffare le imperfezioni cutanee, come discromie, pori dilatati, arrossamenti e segni d’espressione, per ottenere una pelle perfetta.

Permette di creare una base uniforme e senza imperfezioni dove poter applicare colori e textures in modo facile. Inoltre ha tra i suoi pregi quello di aumentare la durata del trucco.

Il primer è una base makeup ideale per donare alla pelle del viso un aspetto sano ed uniforme, correggendo eventuali imperfezioni e differenze di colore dell'incarnato. Non è un correttore viso in senso stretto, dal momento che non ha un potere coprente molto elevato e nemmeno un fondotinta o una BB Cream, che lasciano un velo di colore per uniformare il tono della pelle.

Esistono tre tipologie di primer, per ogni parte del viso:

  1. per il viso, capace di minimizzare pori e imperfezioni;
  2. per gli occhi, che aiuta nella stesura di ombretti in crema e in polvere e nella tenuta del makeup, eliminando il deposito del prodotto all’interno delle pieghe dell’occhio;
  3. per le labbra, per facilitare la stesura del rossetto. Spesso è leggermente correttivo, ossia corregge il colore naturale delle labbra, rendendolo più simile a quello della pelle del viso: così facendo si esalta il vero colore del rossetto, che non interferirà con la pigmentazione delle labbra diventando più scuro.

Vediamo insieme in cosa si differenziano e come utilizzarli.

Primer viso e fondotinta: l’importanza della base trucco

Anche la pelle più bella necessita di qualche aiuto in più per avere una base perfetta, su cui realizzare un trucco impeccabile. Può capitare che il nostro viso sia stanco, pallido o tirato, con i pori dilatati e la pelle arrossata: il fondotinta da solo non basta a correggere tutto ciò. Ecco che il primer viso ha la funzione di intervenire per potenziare la funzione uniformante del fondotinta, e per evitare che questo, col passare delle ore, modifichi le sue performance. Avete mai notato che a metà giornata il fondotinta cambia colore? Ciò accade a causa dell'ossidazione dei suoi pigmenti a contatto con la luce e con il sebo (è una prerogativa delle pelli a tendenza grassa). Oppure, se la pelle è secca, il fondotinta può screpolarsi. Il primer lavora perché tutto ciò non accada. Solo con questi due prodotti è possibile ottenere grandi risultati!

Ma come scegliere il primer giusto? In base al tipo di pelle e all’inestetismo da correggere Oggi esistono primer per tutte le esigenze. Se si desidera distendere le rughe occorre optare per un primer super levigante. Invece, per una pelle sensibile e soggetta a rossori è necessario puntare su un primer verde, per mimetizzare otticamente l’irritazione, mentre, in presenza di incarnato spento si può sceglierne uno aranciato. Se ancora la pelle è opaca, niente è più adatto di un primer illuminante con pigmenti che riflettono la luce. Per le pelli che tendono al lucido, invece, vi sono primer opacizzanti e che minimizzano i pori.

Come applicare il primer per una base trucco perfetta

La parola stessa lo spiega: il primer è quel prodotto che va steso prima di ogni altra cosa. Il primer ha una consistenza molto leggera e si applica sul viso dopo l’abituale trattamento, e prima del fondotinta. In base alla sua funzione può essere trasparente, leggermente colorato, in crema o gel. La pelle apparirà subito più mattificata, luminosa, o levigata, a seconda della tipologia di prodotto scelto e all’obiettivo che si vuole raggiungere.

Oltre a varianti del prodotto che rispondono alle esigenze delle pelle di ogni singola donna, ne esistono varianti che contengono attivi idratanti al loro interno.

Il prodotto si può applicare con i polpastrelli, con un pennello da trucco o con una spugnetta. La soluzione, però, più semplice ed efficace, è utilizzare i polpastrelli delle mani. Bisognerà picchiettarlo e distribuirlo eseguendo dei movimenti lievi e veloci. Quando si sarà asciugato, si può procedere con l’applicazione del fondotinta, della cipria e delle terre.

Una soluzione comoda e veloce è quella di utilizzare un Primer Stick come quello proposto da Korff, che uniforma l’incarnato, mimetizza rughe e imperfezioni, creando una perfetta base per il makeup. Asciuga velocemente, ha un effetto mattificante e facilita la stesura del fondotinta sul viso, migliorandone la durata. La formula è arricchita con Acido Ialuronico e Vitamina E, completamente trasparente in applicazione. Si può applicare direttamente sul viso e sfumarlo con il pennello incorporato.

Primer occhi: il segreto per un makeup splendente che dura a lungo

Il primer è conosciuto come la base da utilizzare sul viso prima di applicare fondotinta e correttore. Ma, come abbiamo visto, non è l’unica zona del viso in cui andrebbe usato, infatti, come ci spiegano i make up artist, anche il trucco sugli occhi ha bisogno di una base.

Il primer occhi è un fissatore correttivo in grado di correggere gli inestetismi del contorno occhi e le cosiddette “zampe di gallina” e di prolungare l'effetto e l'intensità dell'ombretto fissandolo anche per l'intera giornata. Il prodotto riesce a donare al viso e agli occhi un aspetto sano, gradevole ed uniforme.

Quando andrebbe usato il primer occhi?

  1. per evitare che gli ombretti finiscono inevitabilmente nelle pieghette della palpebra: è il problema più diffuso tra chi ama usare gli ombretti (in polvere o in crema) e spesso la causa non è da ricercare nei prodotti che usiamo, ma è proprio lì, sulla pelle della nostra palpebra. Se quest’ultima infatti risulta troppo oleosa o tende a ungersi nell’arco della giornata, il primer occhi è quello che può evitare di far accumulare il colore e farlo confluire nelle pieghette;
  2. per palpebre dal colorito non uniforme: molti primer sono leggermente colorati, vanno dal rosa al beige e una volta stesi hanno il potere di correggere il colore della pelle;
  3. per un trucco che duri: se usciamo al mattino molto presto e rientriamo alla sera, il primer è necessario affinché il makeup risulti impeccabile per più ore.

E’ sufficiente applicare una piccola quantità di prodotto e picchiettare in modo delicato sulla palpebra e contorno occhi. Inoltre, il primer occhi può rappresentare un ottimo trucco per minimizzare le imperfezioni e va applicato di norma dopo un abituale contorno occhi, o anche da solo se la pelle non è troppo secca, aggiungendo poi il correttore una volta assorbito. Il segreto infatti è avere pazienza e aspettare qualche secondo anche prima di applicare l’ombretto.

Per truccare gli occhi in maniera magistrale e ottenere uno sguardo luminoso e affascinante, il primer non può mancare per rendere più duraturo e perfetto l’effetto del nostro make up. Ad esempio, il Primer Occhi di Korff possiede una consistenza cremosa, che assicura una tenuta fino a 8 ore dall’applicazione. La sua formula, arricchita con Acido Ialuronico e Vitamina E, è adatta anche per chi ha la pelle sensibile o porta lenti a contatto.

Primer labbra: per una bocca a prova di bacio

Il Primer Labbra serve per levigare la superficie delle labbra in modo tale da rendere l'applicazione del rossetto o del lip gloss  più omogenea. Il primer, quindi, si comporta come una vera e propria seconda pelle andando a distendere tutte le rughette e le increspature delle labbra. Alcuni primer inoltre aumentano otticamente il volume delle labbra, rendendole più carnose. Un buon primer dura a lungo ed ha bisogno di una sola applicazione. Come applicare al meglio il primer labbra? L’ideale è partire con un leggero scrub per eliminare le cellule morte e le pellicine. A questo punto è possibile passare all’applicazione vera e propria del primer. Stendetene un sottile strato di prodotto sulle labbra fino al contorno. Uno step fondamentale è ricordarsi di attendere qualche secondo prima di applicare il rossetto per assicurarsi che il primer si sia asciugato bene.

Ultimo step, la stesura del lipstick con un pennellino per un risultato più preciso. Per un risultato ancora più preciso e duraturo si consiglia di applicare una matita labbra prima del rossetto Grazie al primer e alla matita, il risultato sarà long lasting.

Il Primer Rossetto di Korff è un prodotto altamente innovativo, dal film sottile e trasparente, studiato appositamente per esaltare la bellezza delle labbra e migliorare le performance del rossetto, aumentandone la tenuta ed evitando antiestetiche sbavature. Risultato? Labbra stupende per una bellezza senza imperfezioni!

Errori da evitare quando si parla di primer

Concludiamo con alcuni accorgimenti da tenere sempre in considerazione che durante l’applicazione del primer, in modo da esaltarne le sue funzionalità e ottenere un makeup duraturo e perfetto:

  1. non usare solo il primer: applicare sempre una crema idratante prima del primer.
  2. non eccedere in quantità: è importante non eccedere e stendere solo una piccola quantità del prodotto creando uno strato sottilissimo.
  3. pazientare: dopo aver steso il primer sul viso, è preferibile aspettare un paio di minuti prima di stendere il fondotinta ed il correttore, in questo modo si asciugherà e si eviterà il formarsi di antiestetici accumuli di prodotti sul volto.

POTREBBE PIACERTI ANCHE